Il compagno di cordata

Una frase che ho letto oggi ha gettato un fascio di luce su alcune idee che se ne stavano sedute all’ombra in un angolo della mia mente. Scommetto che è già capitato anche a te: improvvisamente, mentre leggi un bel libro (o almeno di un testo che sappia toccarti le corde giuste) come un flash arriva l’epifania, una chiarezza improvvisa che non stavi cercando, ma che ti stava aspettando.

Penso ai miei compagni di viaggio, fidati, forti ma poco loquaci. Credo che parliamo poco tra di noi perché non abbiamo niente da dirci. I nostri mondi sono diversi, distanti, perfino dei monti abbiamo una visione lontana. Una squadra unita da un progetto comune, ma dai significati sicuramente diversi. Camminiamo, camminiamo, ma assieme costruiamo poco se non una tacca in più nella lista delle cime.

Senza Sosta. Gli 82 Quattromila delle Alpi in 60 giorni. di Franco Nicolini e Diego Giovannini
Torri del Vajolet sullo sfondo dopo un week end dedicato a Steger: Est del Catinaccio e Punta Emma.
Continua a leggere “Il compagno di cordata”